Archivio | Standard di Certificazione

RSS feed for this section

Direttiva RoHS quando si importa dalla Cina

direttiva RoHS

La direttiva RoHS va applicata alla maggioranza delle apparecchiature elettroniche fabbricate o importate all’interno dell’Unione Europea. Quando si importa dalla Cina non bisogna commettere l’errore di supporre che le aziende manifatturiere cinesi rispettino tale direttiva. In quest’articolo spiegheremo che cosa significa avere un prodotto conforme alle norme RoHS e come assicurare tale conformità.

RoHS e RoHS 2

RoHS (Restriction of Hazardous Substances Directive) è una direttiva che limita l’impiego di alcune sostanze – metalli pesanti, in particolare, – nelle apparecchiature elettroniche. La normativa mira a ridurre l’impatto di sostanze tossiche quali il piombo o il mercurio sia sugli esseri umani che sull’ambiente.

Le sostanze interessate sono le seguenti: Continua a Leggere →

Marcatura CE: Intervista con Han Zuyderwijk di CEmarking.net

Marcatura CE

Han Zuyderwijk (se riesci a pronunciare il suo nome in maniera esatta ti offriamo un servizio di verifica del fornitore gratuitamente) è il fondatore di CEmarking.net, il sito leader nel campo degli standard di certificazione. In quest’intervista Han ci spiegherà cosa significano realmente le marcature CE e RoHS e per quali motivi gli importatori europei dovrebbero preoccuparsene.

Han, raccontaci un po’ cosa fai e come hai iniziato.

Salve a tutti, ho studiato legge all’università di Leiden (in Olanda, il mio paese di origine) e, dopo la laurea, ho lavorato come consulente sugli standard CE per una piccola società di consulenza. In seguito i paesi dell’Europa dell’Est che si stavano preparando per entrare nell’Unione Europea (Polonia, Bulgaria, eccetera) mi chiesero di aiutarli a preparare i propri regolamenti e standard in modo da adeguarli a quelli dell’Unione Europea. Continua a Leggere →

Certificati dei prodotti in Cina: Cronaca di un disastro

certificati dei prodotti

Qualche mese fa ho ricevuto una telefonata da un importatore di Copenaghen. La sua società aveva appena acquistato un container di moto d’acqua da un fornitore cinese. Appena le merci sono arrivate al porto di destinazione, l’ufficiale doganale di turno ha richiesto di vedere i certificati appropriati. Dovrebbe trattarsi di un’operazione di routine. Il problema è che l’importatore in questione non aveva idea di cosa fosse un certificato.

Ma la legge non ammette ignoranza e, come prevedibile, l’ufficiale doganale si è rifiutato di rilasciare il carico prima di controllare i certificati. Il passo seguente intrapreso dall’importatore è stato quello di chiamare il suo fornitore cinese, richiedendo questi famosi certificati. Il problema è che neanche il fornitore ne aveva mai sentito parlare. Si trattava infatti della prima volta che esportava i suoi prodotti in Europa, che erano pensate per il mercato cinese (dove i vincoli di certificazione sono molto meno stringenti). Continua a Leggere →

Vuoi Importare Prodotti Personalizzati o Con il Tuo Marchio Dalla Cina?Clicca Qui Per Saperne Di Più