facebook_pixel

Importare vestiti dalla Cina – Guida per startup

come importare vestiti dalla cina

Anche se l’industria tessile cinese si trova ad affrontare la concorrenza sempre più agguerrita di paesi quali Bangladesh, Pakistan e il Nord Africa in generale, la Cina è ancora la scelta più comune per le società di importazione medio-piccole.

La chiave per ottenere vestiti o tessuti della qualità desiderata è quella di preparare una lista dettagliata delle specifiche del prodotto (se leggi regolarmente questo blog quest’affermazione non ti sembrerà affatto sorprendente). Ma vediamo come preparare tale lista:

Materiali

  • Tessuto
  • Peso (grammi per metro quadro)
  • Trattamento
  • Colori (Pantone / RAL)
  • Metodo di lavaggio

Componenti

  • Bottoni
  • Cerniere
  • Imbottiture

Marchio

  • Ricami
  • Stampe
  • Distintivi metallici
  • Confezioni del prodotto

Design

  • Dimensioni
  • Cuciture
  • Taglie
  • Etichette

Evita di importare vestiti o tessuti non conformi (ovvero illegali)

L’abbigliamento e gli altri prodotti tessili sono regolati nella maggior parte dei paesi, inclusi quelli facenti parte dell’Unione Europea. Il problema è che il 90-95% dei fornitori cinesi non ha la capacità di produzione adatta a realizzare merci conformi alle direttive europee.

E importare merci che non rispettano gli standard di sicurezza europei può portare alla confisca delle merci, una multa, un richiamo forzato (nel caso in cui il non rispetto delle normative venisse scoperto in un secondo momento) o alla denuncia, se qualcuno dovesse, ad esempio, avere un attacco allergico causato da sostanze chimiche illegali in Europa. Se poi intendi importare vestiti per bambini, la questione si fa ancora più complicata in quanto dovrai rispettare anche la normativa CE EN 71, che si occupa appunto di regolare tutti i prodotti per bambini.

Selezionare un fornitore cinese in grado di realizzare vestiti o tessuti a norma europea non è sempre facile, sopratutto se non hai troppa esperienza in questo campo. Se reputi che possiamo aiutarti, dai un’occhiata ai nostri servizi.

Come e dove trovare un fornitore cinese

La Cina abbonda di aziende manifatturiere specializzate nel tessile, ti basta fare una ricerca su Alibaba, Global Sources o HKDTC per verificarlo in prima persona. Il problema quindi non è quello di trovare un fornitore, quanto di trovarne uno che possa rispettare le specifiche del prodotto e la qualità che desideri.

Tieni presente che un “buon” fornitore non deve necessariamente garantirti la miglior qualità possibile (che avrà
un suo costo). Il mercato per vestiti economici è infatti almeno altrettanto promettente di quello per vestiti di lusso (pensa solo a Zara o H&M che sui vestiti a basso costo hanno fondato un impero).

Quindi il fornitore più adatto al tuo caso dipende esclusivamente dal tipo di prodotto che vuoi importare. Qualche anno fa, ad esempio, mi capitò di fare un errore grossolano al momento di selezionare il fornitore per una società nord europea che commercia in vestiti di lusso.

Scelsi un’azienda manifatturiera, con base nella provincia del Fujian, che possedeva una linea di produzione modernissima e anni di esperienza nel produrre capi di abbigliamento personalizzati. Fu solo quando arrivammo al punto di firmare l’accordo di vendita, due mesi dopo, che mi resi conto che, per quanto onesta e professionale, tale azienda non faceva al caso nostro.

Qual’era il problema? Che l’azienda manifatturiera era specializzata in prodotti di massa quali quelli che si possono trovare, appunto, da Zara e H&M. Al contrario, il mio cliente (ovvero l’importatore) era interessato ad acquistare capi di abbigliamento di lusso come quelli che si possono trovare nelle boutique di Via Monte Napoleone a Milano.

Quindi, ripeto, non è solo necessario trovare un’azienda onesta e capace. Deve anche trattarsi di qualcuno che possa realizzare un prodotto con le specifiche che stai cercando. Prima di scegliere un fornitore ti raccomando quindi di:

  • Verificare che il design dei prodotti che realizza sia simile a quello dei prodotti che intendi importare
  • Verificare che i materiali dei prodotti che realizza siano conformi alla qualità da te richiesta
  • Verificare che i suoi clienti passati operino in un settore di mercato simile al tuo. Zara? Benetton? Armani? Dipende da te!

Ordinare i campioni del prodotto

  • La sola maniera per testare realmente la capacità di produzione di un fornitore è quella di ordinare alcuni campioni. Quando si tratta di vestiti e tessuti la mia esperienza personale è che possano essere necessarie diverse iterazioni prima che il fornitore ti invii un prodotto che rispetti i tuoi vincoli di qualità e design
  • Difficilmente troverai un fornitore che ti invierà un campione che rispetti tutte le specifiche del prodotto che avrai richiesto. Non è infatti pratico comprare dieci bottoni (ovvero quelli necessari per realizzare uno o due campioni)
  • E’ buona norma spedire al fornitore un campione di referenza in modo che possa replicare il design e, più in generale, la qualità del prodotto
  • Non pretendere che il fornitore ti invii i campioni gratuitamente. Produrre e inviare i campioni è un processo che richiede tempo e denaro. Quello che ti consigliamo di fare è però di chiarire sin dal principio che non firmerai un accordo di vendita e non darai il via alla produzione sino a che non riceverai dei campioni che rispettino al 100% le specifiche che hai richiesto

Spedizione della merce

Vestiti e tessuti sono prodotti a bassa densità, ovvero possiedono un peso ridotto e un volume importante. Questa caratteristica rende l’opzione del trasporto aereo impraticabile. Fanno eccezione i campioni e alcuni accessori, ad esempio i cappelli da baseball.

La spedizione marittima è quindi, di solito, l’unica opzione praticabile. Un buon imballaggio da esportazione è importante in quanto, nonostante i vestiti possano assorbire gli urti meglio della gran parte dei prodotti, sono molto sensibili al contatto con liquidi e umidità in generale.

Ti consigliamo quindi di richiedere un imballaggio da esportazione che possieda almeno cinque strati di cartone, un rivestimento in plastica e un imballaggio interno (sempre in plastica).

Acquistare volumi ridotti di vestiti e tessuti

Anche se è possibile acquistare volumi ridotti di vestiti o tessuti dalla Cina, ci sono vari aspetti negativi da considerare:

  • Come già detto, il trasporto aereo non è conveniente. E se si acquista meno di un metro cubo di merce anche il trasporto marittimo rischia di diventare troppo caro
  • I vestiti che si trovano su portali dedicati agli acquisti ridotti come Aliexpress tendono ad essere pensati per il mercato cinese. Si tratta cioè di vestiti che hanno forme e dimensioni più adatte ai corpi minuti degli asiatici (e asiatiche) piuttosto che a quelli degli occidentali
  • Acquistando su una piattaforma quale Aliexpress dovrai accontentarti di scegliere tra le merci esposte sul portale. Non potrai cioè richiedere nessun tipo di personalizzazione. Se vuoi conoscere più nel dettaglio la differenza tra Aliexpress (il portale dedicato agli acquisti ridotti) e Alibaba ti consiglio di leggere quest’articolo

Fiere di commercio dedicate ai vestiti

Fiera di Canton (Fase 3) 31 ottobre – 4 novembre 2013 (Guangzhou, Cina)

  • Vestiti per uomini, donne e bambini
  • Biancheria
  • Abbigliamento sportivo
  • Pellicce e pelletteria più in generale
  • Accessori moda e fitness
  • Tessuti per la casa
  • Tappetti e moquette
  • Tessuti grezzi (per utilizzo industriale)
  • Scarpe
  • Borse e Valigie

Settimana della moda di Hong Kong (autunno/inverno), 13-16 gennaio 2013 (Hong Kong)

  • Vestiti per uomini, donne e bambini
  • Biancheria
  • Abbigliamento sportivo
  • Vestiti eleganti
  • Scarpe
  • Gioielleria
  • Tessuti grezzi (per utilizzo industriale)
  • Bottoni, etichette e altri accessori
  • Servizi di ispezione, test, certificazione e verifica
  • Tags:

    6 Responses to “Importare vestiti dalla Cina – Guida per startup”

    1. Anna Maria troianiello 25/07/2014 at 22:52 #

      Avrei intenzione di creare una mia linea di abbigliamento …importando prodotti con il mio marchio dalla Cina per poi rivendere i prodotti in eventuali negozi da aprire

      • Ivan Malloci 30/07/2014 at 18:45 #

        Ciao Anna Maria, scusa il ritardo ma ho notato il commento solo adesso. Magari inviaci una email con più dettagli sul tuo progetto e vediamo se e come possiamo aiutarti.

        Puoi inviare qui: http://cinaimportazioni.it/contact-us/

    2. Imexpo 02/06/2015 at 11:51 #

      Salve , volevo chiedere due cose , la prima se esiste è qual’è la soglia massima di capi quali scarpe o eventuali cappelli che si possono acquistare su aliexpress senza che la dogana fermi il pacco , la seconda una volta ottenuti questi oggetti si possono vendere in negozio o si rischia di incorrere in denuncie o ricettazione.
      Grazie attendo risposte

      • Ivan Malloci 03/06/2015 at 13:29 #

        1. Non esiste una “soglia minima”

        2. Dipende: se non pagate dazi e i prodotti non sono conformi alle normative rischiate problemi

    Trackbacks/Pingbacks

    1. Trasporto aereo e spedizioni dalla Cina - 02/01/2014

      […] ridotti e ad alta densità, la situazione è differente quando si inviano prodotti quali tessuti o arredamento (ovvero prodotti voluminosi e a bassa […]

    2. Normativa REACH: Le sostanza chimiche proibite quando si importa - 17/04/2014

      […] esteso la direttiva REACH anche ai coloranti azoici, ovvero ai colorante artificiali utilizzati per realizzare capi di abbigliamento e tessuti di colore intenso e luminoso. Stiamo parlando di circa la metà dei vestiti e tessuti che vengono […]

    Lascia un commento