Importare cosmetici e prodotti per la cura personale dalla Cina

Cosmetici e Prodotti per la Cura Personale

Clicca qui per scoprire come possiamo
aiutarti ad importare dalla Cina

L’acquisto di prodotti cosmetici, di bellezza e per la cura personale dai fornitori cinesi può essere estremamente redditizio e, negli ultimi mesi, abbiamo osservato un aumento dell’interesse in questo settore da parte delle startup di tutto il mondo, Italia compresa.

Tuttavia, avventurarsi nel mondo dei cosmetici e dei prodotti per la cura personale può essere complesso. Molti di questi articoli vengono totalmente regolamentati in quasi tutti i mercati sviluppati, come quelli in Europa, Stati Uniti ed Australia.

In questo articolo ti spieghiamo ciò che i venditori di e-commerce devono sapere, prima di importare dalla Cina i prodotti di bellezza e per la cura personale, compreso quanto segue:

a. Come trovare il produttore giusto

b. Normative di sicurezza e requisiti di etichettatura obbligatori

c. Come vendere cosmetici e prodotti di bellezza su Amazon

d. Fiere nella Cina continentale e ad Hong Kong

e. Domande e risposte

Produttori cinesi di articoli di bellezza e per la cura personale

Il settore dei prodotti di bellezza e per la la cura personale è molto diversificato e comprende dagli impianti di trasformazione chimica, ai laboratori più piccoli, fino ai produttori che realizzano accessori per il makeup ed altri prodotti correlati.

In Cina puoi trovare i produttori di questi articoli all’interno delle seguenti categorie:

  • Extension per capelli
  • Parrucche
  • Attrezzature per parrucchieri
  • Strumenti per il makeup (ad esempio, i pennelli)
  • Cosmetici
  • Prodotti per la cura della pelle
  • Trattamenti per le labbra
  • Apparecchiature cosmetiche elettriche (ad esempio, laser per la rimozione dei peli superflui)
  • Nail art ed attrezzature relative
  • Trousse per il trucco
  • Vasetti ed imballaggi

I produttori di questo settore hanno sede soprattutto nelle province cinesi più sviluppate, tra cui quelle di Guangdong, Zhejiang e Jiangsu.

Alcune fabbriche hanno i loro uffici vendita a Shanghai e ad Hong Kong, ma la maggior parte delle aziende situate in queste due città sono grossisti che non posseggono impianti di produzione propri.

Come posso trovare il produttore giusto?

Esistono solo due elenchi fornitori che contano davvero: Alibaba.com e Globalsources.com. Qui trovi migliaia di produttori e di grossisti per tutti i tipi di prodotti di bellezza.

Quando recluti i fornitori di questo settore, devi cercare quanto segue:

  • Focus sul prodotto: Sono specializzati nella tua categoria di prodotto?
  • Conformità del prodotto: Sono in grado di rispettare le normative di sicurezza comunitarie e statunitensi?
  • Capitale sociale: E’ superiore a 1,000,000 Yuan?

Continue Reading →

Controllo qualità per abbigliamento e tessuti – La guida completa

Controllo Qualità per l'Abbigliamento

Clicca qui per scoprire come possiamo
aiutarti ad importare dalla Cina

Renaud Anjoran è il fondatore di Sofeast, un’agenzia preposta al controllo qualità con sede a Shenzhen, nonché leader esperto nella garanzia della qualità. Renaud è anche un assiduo collaboratore del nostro blog.

In questo articolo Renaud spiega cosa gli importatori di abbigliamento e tessuti devono sapere per prevenire e gestire i problemi di qualità.

Continua a leggere per saperne di più sui tipi di problemi di qualità che esistono nel settore dell’abbigliamento – e come poterli evitare.

In base alla tua esperienza, quali sono i problemi di qualità più comuni che chi acquista abbigliamento e tessuti deve conoscere?

Distinguerei tre tipi di problemi di qualità.

Punto primo, alcuni problemi di qualità dipendono dai materiali e dagli accessori. Ad esempio, il filato è stato tinto nel colore sbagliato, oppure una cerniera non proviene dal fornitore o dal marchio concordato. Questi problemi di qualità sono presenti in molti o in tutti gli indumenti. Vorrei includere anche i materiali per l’imballaggio non conformi.

Come si possono evitare questi problemi?

a. Se acquisti grandi quantitativi di merce, fa’ in modo che i tuoi fornitori lavorino con quei sub-fornitori selezionati dalla tua azienda. I prezzi potrebbero salire un po’, ma, in cambio, devi far fronte a pochi problemi. Tieni presente che questo vale soprattutto per i materiali d’imballaggio e non vale sempre per i tessuti o agli accessori principali. Alcune aziende acquistano materiali ed accessori e finanziano dei workshops per un lavoro alla CMT.

b. Il fornitore ha realizzato un campione di pre-produzione con del materiale sfuso. Esamina quel campione, così come i campioni di tessuti (non piccole “prove di tintura”) per altri colori, se ve ne sono.

c. Invia in fabbrica un ispettore che controlli tutti i materiali e gli accessori.

Punto secondo, alcuni problemi derivano dalla fantasia della stoffa o dal modo in cui il tessuto è stato tagliato. Un po’ tutte le fabbriche tendono a ridurre il consumo di tessuto.

Ciò si verifica in due modi:

1. Tagliare il tessuto di dimensioni un po’ più ridotte. Di conseguenza, i capi finiti tendono ad essere più piccoli di quelli richiesti – talvolta sono di una taglia inferiore rispetto a quella ordinata, specialmente se gli addetti ai lavori non rispettano una certa “tolleranza del cucito”.

2. Posizionare le forme per migliorare la resa, a prescindere dalla direzione desiderata dei fili. Sulla biancheria intima ciò può riguardare le misure e, più in generale, può creare pessimi difetti nell’aspetto, come la torsione o l’arricciamento del tessuto. Ciò accade piuttosto comunemente in Cina.

Esistono potenzialmente molti altri problemi derivanti dal taglio ed i più comuni si verificano nei tessuti a maglia, dal momento che tali tessuti non vengono sempre trattati in modo adeguato (tempo insufficiente per ritirarsi, troppi strati, eccetera). Continue Reading →

Trovare il giusto spedizioniere per la Cina: Una Checklist

Spedizioniere

Il ruolo dello spedizioniere è quello di trasportare la merce dalla fabbrica al tuo magazzino, o al tuo seminterrato. Quando importi prodotti dall’Asia, lo spedizioniere può essere parte – o può intralciare – la tua attività commerciale.

A causa, in parte, delle barriere d’ingresso relativamente ridotte, esistono letteralmente decine di migliaia di spedizionieri. Alcuni sono buoni, la maggior parte di loro è di media qualità e poi ci sono i truffatori che afferrano il tuo denaro e scappano.

Per aiutarti a navigare in questo campo (navale) minato, abbiamo preparato una lista di controllo di 12 punti, che può aiutarti ad identificare lo spedizioniere, la categoria di prodotto ed il mercato giusti per te.

1. Il tuo spedizioniere ha sede prevalentemente nel tuo mercato italiano, o in Cina?

Come detto, il ruolo dello spedizioniere è quello di trasportare la merce dal punto A al punto B. Per farlo, ha bisogno di rappresentanti locali sia nel Paese d’origine che in quello di destinazione.

Partendo dal presupposto che lo spedizioniere faccia di tutto, dal carico della merce, alla spedizione, allo scarico, fino allo sdoganamento – ed alla consegna finale -, in tutto il mondo ci dovrebbero essere, probabilmente, solo pochi spedizionieri, date le enormi risorse che l’intera catena di approvvigionamento richiede.

Eppure, non è così che funziona il settore marittimo. Al contrario, lo spedizioniere fa parte di una grande rete.

Nella maggior parte dei casi, è più facile lavorare direttamente con un’agenzia di trasporto che ha sede in Italia. Di solito, è meno complesso far uscire la merce dalla Cina, che non farla entrare in Italia.

E’ per questo motivo che vuoi lavorare con uno spedizioniere che abbia maturato esperienza con le importazioni locali e le procedure doganali. Inoltre, hai qualcuno che parla la tua lingua e che viene ritenuto responsabile delle normative italiane.

Se lavori con uno spedizioniere cinese, questi si avvarrà di un omologo in Italia, che fa parte della sua rete. Inoltre, comunicherai per lo più con lo spedizioniere in Cina. Continue Reading →

Caso di Studio: Come abbiamo aiutato un cliente a lanciare il proprio brand di orologi (in 4 passi)

Nel 2016 la casa produttrice Lanna Watches AB (Svezia) ha contattato Chinaimportal.com, il nostro sito web in lingua inglese. In questo caso di studio scoprirai come utilizzano la Guida per l’Importatore (chiamata Starter Package, in inglese), per sviluppare e lanciare il loro primo prodotto.

Tutte le caratteristiche e le funzioni menzionate in questo caso di studio sono comprese nella Guida per l’Importatore.

Da tener presente: Il processo adottato in questo caso di studio può essere applicato a qualsiasi categoria di prodotto, non solo agli orologi.

Tutte le aziende ed i nomi menzionati nell’articolo sono stati modificati. Questo caso di studio si basa su email, immagini e protocolli.

1. Creare le specifiche del prodotto

Prima ancora di inviare un’iniziale email ad un fornitore, il cliente ha già predisposto le specifiche di prodotto. Questo processo viene delineato nella Parte 1: Creare le Specifiche del Prodotto della Guida per l’Importatore.
Continue Reading →

Come ho fondato un brand di portafogli: Intervista al fondatore di Axess Wallets

Portafogli Axess

Trovare il prodotto giusto e, successivamente, farselo produrre in Asia, è quello che ci interessa. Anche se tendiamo a condividere ciò che accade dal punto di vista degli addetti ai lavori, abbiamo pensato che era giunto il momento di farti vedere le cose secondo l’idea di un imprenditore di successo, che vende prodotti realizzati in Asia.

La persona in questione è Tomas Ericsson, fondatore di Axess, un marchio fashion di portafogli. In questo articolo Tomas ci spiega perché ha scelto i portafogli come prodotto, ci racconta le difficoltà che ha incontrato nel trovare il produttore giusto e come tutto sia decollato dopo una campagna di successo su Kickstarter.

Tomas, raccontaci un po’ di te e dicci quello che hai fatto prima di lanciare i tuoi portafogli AxessTomas Ericsson

Prima di cominciare la mia attività di e-commerce, lavoravo a Shanghai come responsabile marketing per una società svedese di consulenza nel recruiting, ovvero in una di quelle società che aiutano le aziende a trovare ed a valutare i fornitori in Cina.

Dopo aver ultimato i miei studi universitari, sono arrivato in Cina nel 2012 ed è stato molto divertente vivere e lavorare a Shanghai.

Hai vissuto in Cina per molti anni ed hai lavorato nel reclutamento dei prodotti. Come ti ha aiutato quest’esperienza ad avviare la tua attività?

Shanghai è una realtà molto imprenditoriale, almeno tra gli espatriati che vivono qui.

Tutti hanno una qualche idea imprenditoriale e, in generale, le persone che vengono qui sembrano avere un atteggiamento più costruttivo di quello che, di solito, si incontra in Svezia e la cosa crea una sensazione di possibilità.

Tutto ciò è servito a motivarmi per passare attraverso diverse fasi necessarie per creare un’attività. Tutto è possibile a Shanghai, almeno così sembra. Una volta che fai il grande passo per trasferirti qui, tutto quello che segue non sembra essere così difficile da immaginare o da realizzare.

So che la Svezia ha numerose startup e che tale spirito imprenditoriale esiste in una certa misura, eppure, in base alla mia esperienza, non ho trovato quest’atmosfera quando sono tornato in Svezia. Continue Reading →

Fabbriche di Hoverboard in Cina: Caso di Studio

hoverboard

Vuoi sapere come importare gli hoverboard? Questo articolo potrebbe fartici pensare due volte. Infatti, in questo caso di studio ti mostriamo i risultati della nostra ricerca di mercato svolta nel settore degli hoverboard e ti spieghiamo perché tali risultati siano importanti per gli acquirenti di quasi tutti i settori.

Ti spieghiamo anche perché crediamo che gli incidenti segnalati porteranno alla ratifica di normative più severe ed all’implementazione di procedure standard per la presentazione dei certificati. Ma, innanzitutto, riepiloghiamo tutto quello che è andato storto con gli hoverboard.

Cosa è andato storto con gli hoverboard?

Le prime relazioni sugli hoverboard pericolosi, chiamati anche scooter bilanciati, sono state diffuse nell’ultimo trimestre del 2015. Meno di un anno dopo, ovvero nel luglio del 2017, negli Stati Uniti la CPSC ha ritirato mezzo milione di hoverboard non conformi.

Pertanto, cosa ha rovinato fino a questo punto la reputazione di tale prodotto, altrimenti promettente? La stessa cosa che ha temporaneamente tenuto a terra la flotta Boeing 787 Dreamliner: la batteria agli ioni di litio. Continue Reading →

Amazon FBA – Una guida pratica al trasporto: Intervista a Ron Berger

Amazon FBA (Logistica di Amazon) consente alle aziende di e-commerce di esternalizzare completamente il deposito e la consegna delle merci a livello nazionale. Amazon applica una rigida serie di regole e procedure, per garantire che le proprie operazioni su larga scala procedano senza intoppi.

Amazon stessa risponde sul suo sito alle numerose domande sugli aspetti logistici di Amazon FBA. Tuttavia, le cose diventano un po’ più complesse per gli importatori, che hanno il compito di spostare le merci dalla fabbrica in Cina ad un centro logistico negli Stati Uniti o altrove.

Ci sono molte cose da considerare. L’assicurazione, gli Incoterms e l’etichettatura dell’imballaggio. E la lista non finisce qui.

Così abbiamo deciso di chiedere ad un esperto: Ron Berger, direttore operativo (COO) di Fleet, un mercato online che mette in collegamento chi spedisce con le agenzie di trasporto e gli altri fornitori di servizi logistici.

In questo articolo Ron illustra l’intero processo, passo dopo passo. Continua a leggere ed a saperne di più sui requisiti di etichettatura dell’imballaggio, sulle procedure doganali e su come puoi trovare uno spedizioniere disponibile per Amazon FBA.

Ron, parlaci di te e del tuo ruolo alla Fleet

Sono il direttore operativo (COO) di Fleet. Con oltre 30 anni di esperienza maturati ricoprendo diverse posizioni dirigenziali nel settore della logistica, ora alla Fleet, insieme con l’Amministratore Delegato (CEO) ed il Direttore Tecnico (CTO), sviluppo la strategia e l’orientamento globali per l’azienda. Sovrintendo l’attività quotidiana, dirigo i processi che coinvolgono gli spedizionieri con la nostra piattaforma e curo le partnership con le agenzie di trasporto.

Dato che Fleet è una startup, faccio anche tutto ciò che deve essere fatto in un’azienda: dare una mano al marketing, alle vendite, alle risorse umane, al telefono, su Internet, eccetera. Inoltre, faccio anche a pezzi e riciclo tutte le scatole di Amazon che arrivano.

Continue Reading →

Importare prodotti di pelle dalla Cina: La guida completa

Prodotti di Pelle

La pelle viene utilizzata per realizzare di tutto: dalle scarpe ai portafogli, dai divani alle borse. In questo articolo ti spieghiamo cosa gli importatori di prodotti di pelle devono sapere sui diversi tipi e qualità di pellame, sui requisiti di etichettatura e sulle normative che regolamentano le sostanze chimiche.

Inoltre, ti spieghiamo anche perché devi essere diffidente sull’origine di certi tipi di pelle e perché devi evitare quei materiali che contengono ftalati e piombo.

Tipi e qualità di pelle

Ci sono quattro tipi principali di pelle:

  • Pelle full grain
  • Pelle top grain
  • Crosta
  • Fiore corretto

La maggior parte dei fornitori tende a procurare pelle di mucca nazionale, o pelle di vitello come migliore alternativa. Alcuni fornitori possono anche procurarti delle varietà di pelle più esclusive, ad esempio la pelle di coccodrillo e di altri animali. Continue Reading →

Come scegliere il prodotto giusto da vendere online: Intervista a Pilar Newman

Pilar Newman

E-commerce non significa solo cambiare il nostro modo di acquistare prodotti, ma vuol dire modificare anche il modo in cui li vendiamo. La concorrenza è agguerrita nell’era di Amazon e Alibaba ed i venditori devono lavorare ancora più sodo per assicurarsi che i loro prodotti non anneghino nel vasto mare dei prodotti identici a marchio privato e non di marca.

In questa intervista, Pilar Newman – una delle principali esperte di e-commerce e di Amazon che opera a Brooklyn, New York, ti spiega quello che devi fare per essere certo che i tuoi prodotti si distinguano in un mercato congestionato.

Pilar, inoltre, ti spiega anche il motivo per cui la selezione del prodotto non è finalizzata solo alla produzione di dati o statistiche ed il perché il prezzo di vendita più basso non è sempre la chiave del successo.

Prima di iniziare, presentati ai nostri lettori

Sono una venditrice veterana di Amazon da più di otto anni. Per integrare il mio reddito, ho cominciato facendo l’arbitraggio della vendita al dettaglio. Una volta che ho iniziato ad ricavare profitti significativi sul sito, ho lasciato il mio lavoro ed ho intrapreso questa mia attività a tempo pieno.

Tutto ciò è accaduto quattro anni fa. Sono orgogliosa di aver imparato come vendere su Amazon provando e sbagliando! Questo è anche ciò che mi dà una visione unica per ricercare prodotti redditizi da vendere.

Ora, io vendo articoli a marchio privato tramite varie nicchie presenti su Amazon, utilizzando il programma FBA. La libertà che il programma FBA mi ha dato, mi concede il tempo di viaggiare in giro per il mondo e di lavorare dal mio computer portatile.

Inoltre, ho passato gli ultimi due anni ad organizzare training individuali con i venditori di Amazon appartenenti a vari livelli. Questa esperienza mi ha portato a mettere insieme un corso completo, destinato ai venditori che cercano di avviare e di distinguersi nella vendita su Amazon FBA. Ma prima che possano completare il corso, voglio che seguano i miei video training gratuiti sulla ricerca del prodotto. Continue Reading →

Fornitori di borse e valigie in Cina: La guida completa

Fornitori di Borse

Cerchi fornitori di borse e valigie in Cina? Li hai trovati.

In questa guida ti spieghiamo tutto ciò che devi sapere per trovare il produttore giusto, garantire la conformità del prodotto, redigere le schede delle specifiche di prodotto e molto altro ancora – per importare tutti i tipi di borse.

Come selezionare la giusta fabbrica di borse e valigie

Molti produttori di borse e valigie hanno sede nella provincia meridionale del Fujian. Tuttavia, ci sono fattori molto più importanti da tenere in considerazione quando selezioni il produttore giusto.

Questo è un settore piuttosto sviluppato ed alcuni produttori hanno avviato la loro attività alla fine degli anni ’80. Ma con così tante fabbriche e grossisti tra cui scegliere, è necessario capire ciò che conta davvero: Continue Reading →

[i]
[i]