Amazon FBA – Una guida pratica al trasporto: Intervista a Ron Berger

Amazon FBA (Logistica di Amazon) consente alle aziende di e-commerce di esternalizzare completamente il deposito e la consegna delle merci a livello nazionale. Amazon applica una rigida serie di regole e procedure, per garantire che le proprie operazioni su larga scala procedano senza intoppi.

Amazon stessa risponde sul suo sito alle numerose domande sugli aspetti logistici di Amazon FBA. Tuttavia, le cose diventano un po’ più complesse per gli importatori, che hanno il compito di spostare le merci dalla fabbrica in Cina ad un centro logistico negli Stati Uniti o altrove.

Ci sono molte cose da considerare. L’assicurazione, gli Incoterms e l’etichettatura dell’imballaggio. E la lista non finisce qui.

Così abbiamo deciso di chiedere ad un esperto: Ron Berger, direttore operativo (COO) di Fleet, un mercato online che mette in collegamento chi spedisce con le agenzie di trasporto e gli altri fornitori di servizi logistici.

In questo articolo Ron illustra l’intero processo, passo dopo passo. Continua a leggere ed a saperne di più sui requisiti di etichettatura dell’imballaggio, sulle procedure doganali e su come puoi trovare uno spedizioniere disponibile per Amazon FBA.

Ron, parlaci di te e del tuo ruolo alla Fleet

Sono il direttore operativo (COO) di Fleet. Con oltre 30 anni di esperienza maturati ricoprendo diverse posizioni dirigenziali nel settore della logistica, ora alla Fleet, insieme con l’Amministratore Delegato (CEO) ed il Direttore Tecnico (CTO), sviluppo la strategia e l’orientamento globali per l’azienda. Sovrintendo l’attività quotidiana, dirigo i processi che coinvolgono gli spedizionieri con la nostra piattaforma e curo le partnership con le agenzie di trasporto.

Dato che Fleet è una startup, faccio anche tutto ciò che deve essere fatto in un’azienda: dare una mano al marketing, alle vendite, alle risorse umane, al telefono, su Internet, eccetera. Inoltre, faccio anche a pezzi e riciclo tutte le scatole di Amazon che arrivano.

1. Organizzazione della pre-spedizione

Come viene etichettata la merce?

Se spedisci dall’Asia verso un centro di distribuzione di Amazon, la merce verrà etichettata con un indirizzo del tutto simile ad un’intestazione nazionale, con qualche piccola modifica. Di solito, l’indirizzo si compone di quattro righe:

1 – il nome dell’unico centro di distribuzione di Amazon.com;

2 – il nome legale del venditore, presso FBA;

3 – l’indirizzo fisico e

4 – la città, lo Stato ed il CAP della destinazione finale della merce. Ciascun tipo di prodotto dovrà anche riportare un codice a barre univoco.

Tutte le scatole o pallet che spedisci ad un centro di distribuzione di Amazon devono essere identificate correttamente con un’etichetta di spedizione. Queste etichette, sia per le scatole che per i pallet, possono essere create e stampate con lo Shipment Creation Tool. Devi crearti un account di accesso come venditore di Amazon per poi procedere.

L’etichetta deve avere le seguenti dimensioni 3-1/3″ da 4″, deve essere unica e non fotocopiata per essere applicata su un’altra qualsiasi scatola diversa da quella per cui è stata stampata. L’etichetta non deve essere collocata sopra l’apertura della scatola o su una qualsiasi delle sue piegature.

Le etichette del FBA e del corriere devono essere apposte su un lato piatto della scatola, privo di pieghe negli angoli o sui bordi. Ciascuna etichetta deve essere completamente visibile, in modo che possa essere scannerizzata in ogni fase del processo.

Se la tua merce è contenuta nei pallet, ciascun pallet spedito deve essere munito di quattro etichette: una su ciascun lato visibile. Se i pacchi sono stati inseriti in uno scatolone più grande, allora si deve applicare un’unica etichetta sullo scatolone più grande e non sui singoli pacchi.

Quale Incoterm è giusto per l’FBA?

Per spedire ad un centro di distribuzione di Amazon, devi accettare i termini di vendita del DDP (Delivered Duties Paid) (Incoterms). Ciò significa che tu, ovvero il mittente, devi organizzare tutto il trasporto, il pagamento dei dazi e dello sdoganamento.

Amazon non fungerà da importatore ufficiale per nessun corriere, il che significa che, durante la spedizione, sei anche responsabile della conformità alle leggi internazionali e statunitensi. Hai la responsabilità di tutti i costi ed i rischi che una spedizione comporta.

2. Trovare uno spedizioniere

Che tipo di spedizioniere suggerisci per Amazon FBA?

Qualsiasi spedizioniere con cui collabori dovrebbe essere completamente autorizzato e ti dovrebbe consentire di risparmiare sui costi, rispetto alla spedizione diretta ad un centro di distribuzione. Questo agente dovrebbe essere in grado di sdoganare i tuoi pacchi.

La prima caratteristica di un qualsiasi spedizioniere è la competenza. Egli dovrebbe possedere un’esperienza specifica nella spedizione delle varie tipologie di merce inviate da un particolare cliente. Una grande parte di questa esperienza corrisponde alla stabilità finanziaria del trasportatore.

Lo spedizioniere ha, effettivamente, l’ultima parola su molti dei pagamenti che devono essere effettuati per essere sicuri che la tua spedizione venga consegnata e l’azienda dovrebbe possedere anche un’assicurazione adeguata per garantire che il trasporto venga risarcito se, per caso, la spedizione si perdesse.

In secondo luogo, uno spedizioniere deve godere di un’ottima reputazione e di una vasta rete di contatti. Se una via di spedizione è bloccata, un ottimo spedizioniere sarà in grado di reindirizzare questa spedizione, avvalendosi di alternativa diversa. Lo spedizioniere di cui un cliente si avvale, deve essere iscritto, proprio per questo scopo, ad associazioni di categoria, dato che tale iscrizione è uno straordinario strumento di valutazione di cui i clienti possono avvalersi.

Infine, un ottimo spedizioniere ha bisogno di un ottimo servizio clienti. Il processo di spedizione dall’Asia agli Stati Uniti non deve risultare difficile. La differenza la fa l’attenzione che una persona, specificamente dedicata ad una singola spedizione, rivolge a tale consegna. Molti spedizionieri possono offrire ai clienti una soluzione multicanale per le comunicazioni e sono sempre in grado di dire ad un cliente, in qualsiasi momento, dove si trova il pacco.

Come puoi trovare uno spedizioniere per Amazon FBA?

Il passaparola è anche un ottimo modo per trovare uno spedizioniere. Gli altri venditori di Amazon dispongono di una grande quantità di informazioni, dal momento che sono già passati attraverso il ciclo dell’importazione. Ci sono forum e gruppi online dove puoi attingere numerose informazioni non solo sugli spedizionieri, ma anche su altri aspetti inerenti la vendita su Amazon.

Google è un’altra grande risorsa per la ricerca degli spedizionieri che effettuano il servizio nelle aree in cui ci sono i centri di distribuzione.

Dovresti controllare sempre le recensioni o le valutazioni di tutte le agenzie di trasporto che inserisci nella tua lista. Fleet è una piattaforma in cui migliaia di spedizionieri condivididono le proprie recensioni sulle agenzie di trasporto, inoltre puoi trovarci un sacco di informazioni per prendere una decisione informata.

Quali informazioni devi inviare allo spedizioniere?

Allo spedizioniere devi inviare tre documenti molto importanti: il certificato d’origine, la fattura commerciale e la distinta dei colli.

Il certificato d’origine (CoO) è il documento che mostra l’ubicazione della produzione della merce. Il Paese d’origine è importante per definire le tariffe ed i dazi che si applicano ad una determinata spedizione. Un Paese sotto embargo potrebbe non essere in grado di spedire. Il certificato d’origine deve essere verificato dalla camera di commercio locale, o da un altro ente verificato che emette tale certificato.

La fattura commerciale (CI) è un documento che l’esportatore riceve con il pacco pronto per la spedizione. Questo documento fiscale somiglia ad una richiesta di pagamento o ad un conto che il venditore invia all’esportatore.

La distinta dei colli è un documento facoltativo, ma, di solito, è collegato alla polizza di carico (Bol) ed alla fattura commerciale. La maggior parte degli spedizionieri pretende la distinta dei colli, anche se le organizzazioni statali non lo fanno. La distinta dei colli è un documento particolarmente importante ai fini assicurativi, inoltre elenca molti dei dettagli necessari a stilare il certificato d’origine. I venditori dovrebbero trattare con un esportatore preparato per stilare una distinta dei colli su richiesta.

Che tipo di oneri doganali e documenti fiscali sono necessari?

L’Harmonized Tariff Schedule (HTS) è il programma che determina l’importo delle imposte che un importatore deve versare per un particolare tipo di merce. Inoltre, il codice HTS indica all’importatore quali accordi commerciali ci sono ed elenca tutte le altre normative di cui potresti dover essere a conoscenza per il tuo prodotto.

Puoi scoprire che tipo di tariffa considerare, effettuando una ricerca nel database governativo.

Trova la tua categoria di prodotti sulla sinistra, cliccaci sopra e potrai dare uno sguardo alle aliquote dei dazi per i vari Paesi d’origine nella prima colonna a destra, se quel determinato Paese ha “relazioni commerciali normali (NTR)” con gli Stati Uniti.

Stai attento a cercare alcune sotto-colonne particolari, dato che molti Paesi hanno aliquote speciali, se hanno accordi commerciali con gli Stati Uniti. Se un Paese non ha relazioni commerciali normali con gli Stati Uniti, lo troverai nella seconda colonna – alcune persone del settore fanno riferimento a questi Paesi definendoli Paesi a “due colonne”. Leggere le colonne dell’HTS può confonderti, perciò il Governo degli Stati Uniti ha stilato una guida molto utile.

Il codice HTS del tuo prodotto, che è un codice a dieci cifre, verrà incluso nei moduli del CBP (Customs and Border Patrol) come, ad esempio, la fattura di sdoganamento. Lo spedizioniere che scegli, utilizzerà tale codice per compilare la documentazione destinata sia al Paese d’importazione che a quello d’esportazione.

L’agenzia di trasporto potrà anche organizzare tutto il viaggio della tua merce, in modo che arrivi con sicurezza negli Stati Uniti. E’ divertente pensare a quali distanze la tua merce ha percorso.

Oltre alle imposte ed alle tasse, individuate dal codice HTS, bisogna applicare anche le tasse portuali di manutenzione (HMF), se si tratta di un trasporto marittimo, e questa tassa è pari allo 0,125% del valore del prodotto.

Si applicano le tasse per la lavorazione della merce (MPF), se l’importatore spedisce per via aerea o via mare, e questa tassa è pari allo 0,35% del valore del prodotto. Ciò non comprende alcuna commissione di trasporto, assicurazione o altri dazi. L’MPF ha un valore massimo di 485 USD e non può mai essere inferiore ai 25 USD.

3. Il processo di spedizione

Come funziona questo processo, a partire dalla consegna del fornitore allo spedizioniere e, poi, fino agli Stati Uniti?

Una volta che il fornitore termina correttamente l’etichettatura dei prodotti da spedire, la merce viene poi consegnata allo spedizioniere. In genere, devi pagare l’agenzia di spedizioni in anticipo (con bonifico bancario), dopo aver superato i processi di verifica della solvibilità e di richiesta del credito.

Lo spedizioniere è responsabile della prenotazione e della gestione dei seguenti provider di servizi: l’autotrasporto (per trasportare la spedizione), il deposito (per stoccare le spedizioni in attesa di essere caricate o spostate), il vettore marittimo o aereo per il trasporto delle merci dalla Cina agli Stati Uniti.

Lo spedizioniere deve provvedere anche all’assicurazione ed allo sdoganamento della tua merce, se gli richiedi questi servizi.

Una volta che la spedizione è stata caricata sulla nave, il vettore marittimo emette la Polizza di Carico (BOL) allo spedizioniere, documento necessario per ricevere la spedizione una volta che la merce arriva negli Stati Uniti.

4. Procedure doganali e consegna ad Amazon FBA

Cosa accade una volta che la merce arriva a destinazione?

Quando la merce arriva in porto, lo spedizioniere invia a te, o all’agenzia di trasporto che hai scelto, una notifica di arrivo. Una volta ricevuta tale notifica, lo spedizioniere ha cinque giorni di tempo per preparare e produrre il Customs and Border Protection (CBP) con tutti i documenti necessari.

Lo spedizioniere può darti una mano a presentare un modulo d’iscrizione per l’ingresso/ immediato. Alcuni spedizionieri o agenti doganali possono farlo on-line. Raccomando vivamente di depositare l’ingresso perché preannuncia il Customs and Border Protection ed accelera il processo di sdoganamento.

Come posso pagare le imposte ed i dazi?

L’importatore ufficiale – che sei tu, non il tuo spedizioniere – è responsabile del pagamento di tutte le imposte ed i dazi. Entro dieci giorni dalla presentazione dell’ingresso, bisogna consegnare una sommaria d’ingresso insieme al pagamento dei dazi e delle imposte.

Puoi effettuare il pagamento tramite ACH (Authomated Clearing House), mentre il tuo spedizioniere si prende cura della documentazione.

Se Amazon viene considerata il destinatario finale, allora lo spedizioniere deve contattare l’azienda all’indirizzo email sellerimports@amazon.com, per ricevere il codice fiscale o l’Employer Identification Number (EIN), che servirà allo sdoganamento della merce.

Come viene inviata la merce dal porto al magazzino di Amazon?

Una volta svolte le procedure di sdoganamento, la spedizione è pronta per essere consegnata al magazzino di Amazon. Hai due alternative per effettuare la consegna: avvalerti di spedizionieri che collaborano con Amazon (cosa che potrebbe costare un po’ di più), o utilizzare il tuo vettore (cosa che la tua agenzia di spedizioni sarà in grado di organizzare per te).

Al tuo spedizioniere o al tuo vettore devi consegnare una polizza di carico per ciascuna spedizione, in modo questi che possa programmare la consegna.

Devi compilare il modulo di prenotazione di Amazon FBA ed inviarlo per email al tuo spedizioniere. Da lì puoi programmare la consegna tramite il Carrier Appointment Request Portal di Amazon (la registrazione ed il login sono obbligatori).

Informazioni su Fleet

Fleet (per saperne di più) è un mercato online che mette in collegamento gli spedizionieri con le agenzie di trasporto e gli altri provider di servizi logistici.

Fleet rivoluziona il settore del trasporto commerciale internazionale, offrendo una piattaforma di facile utilizzo, garantendo spedizioni sicure, prezzi equi ed un’esperienza senza pari con i propri clienti.

Fleet affronta l’incapacità del settore spedizioni nel servire adeguatamente le piccole e medie imprese, mettendo a disposizione degli spedizionieri un flusso costante di attività, tariffe competitive ed un servizio superiore offerto agli importatori mal serviti.

Di recente, abbiamo lanciato la piattaforma Booking & Payment in cui gli spedizionieri possono prenotare servizi di spedizione e possono pagarli on-line.

La piattaforma consente sia agli spedizionieri che alle agenzie di trasporto di saltare i lunghi i processi di richiesta di credito, mentre possono pagare ed essere pagati in maniera più rapida e sicura.

  • Tags:

    No comments yet.

    Lascia un commento

    [i]
    [i]