Come vendere i tuoi prodotti su Amazon.it – Intervista con Cristian Tito di Amazon FBA Italia

Suggerimento: Guarda questo video prima di leggere l’articolo

Clicca qui per scoprire come possiamo
aiutarti ad importare dalla Cina

Come già saprai, Amazon è diventata, anche in Italia, la piattforma più importante per vuole lavorare nel mondo dell’e-commerce. Oggi ti proponiamo un’intervista con Cristian Tito, autore del canale Youtube Amazon FBA Italia e dell’omonimo corso online.

Cristian, innanzitutto grazie per aver accettato di condividere la tua esperienza con i nostri lettori. Puoi parlarci della tua esperienza personale e di come sei arrivato ad diventare un esperto di vendite su Amazon?

Intanto grazie per concedermi questa intervista ed un saluto a tutti i lettori!

Ho iniziato il mio percorso su Amazon ormai quasi due anni fa. Come tutti, vivevo la classica vita “dell’arrivare a fine mese” e proprio per questo motivo, qualcosa si è sbloccato ed ho iniziato a cercare diversi modi per guadagnare online. Dopo tanti, forse troppi falsi miti, ho finalmente trovato Amazon FBA (Fulfilled By Amazon).

Si tratta di un business model molto interessante che permette a chiunque di iniziare la propria attività. Dopo tanti mesi e dopo tanti errori, ho finalmente iniziato a vedere i primi guadagni. Vivendo in Italia all’epoca, non sopportavo di dover pagare così tante tasse e così tramite l’azienda per la quale lavoravo, mi sono spostato in Irlanda dove ho finalmente potuto vedere realmente il potenziale di Amazon.

Che tipo di prodotti consigli a chi sta appena iniziando e dispone di un budget ridotto? Ad esempio, su Cinaimportazioni.it consigliamo di evitare elettronica e prodotti per bambini, visto che si tratta di prodotti soggetti a normative di sicurezza molto più strette.

Tutto dipende molto dal mercato. Il mercato US, quindi Amazon.com, sicuramente permette di scegliere molti più prodotti, mentre il mercato EU (Amazon.it, Amazon.co.uk, Amazon.fr, Amazon.de, Amazon.es) ha meno scelta. Inoltre, ancora per poco, c’è molta meno competizione rispetto al mercato US e quindi la scelta è facilitata.

Come avete giustamente detto, i prodotti da evitare sono elettronica, beauty, salute, auto e moto per questioni di certificazioni varie e rigorosi controlli. Prodotti molto interessanti si trovano nella sezione Accessori Casa (ad esempio set di lenzuola, cuscini), oppure accessori per esterno.

Come vendere i tuoi prodotti su Amazon.it

E’ necessario avere una partita IVA o una società SRL per vendere su Amazon?

Cristian Tito, Amazon FBA Italia

La partita IVA è necessaria al fine di dichiarare ovviamente le entrate provenienti dal business di Amazon. La società non è necessaria, il processo è quindi molto semplice.

Puoi spiegarci cos’è Amazon FBA, chi può partecipare, e quali sono i suoi vantaggi e svantaggi?

Amazon FBA funziona in questo modo (riassumendolo in maniera semplice):

1. Si cerca un prodotto con determinate caratteristiche su Amazon;

2. Si ordina il prodotto da un fornitore, la maggior parte per ovvi motivi si trovano in Cina;

3. Si spedisce tutta la merce ai magazzini Amazon (EU oppure US a seconda di dove si vende);

4. Amazon si occuperà di tutto il resto: spedizione, stoccaggio ed assistenza al cliente.

Chiunque può farlo, non ci sono limiti o restrizioni. Il vantaggio è ovviamente il non dover tenere il prodotto in magazzino e spedirlo al cliente. L’unico “svantaggio”, se così si può chiamare, è che Amazon ovviamente si prenderà delle commissioni sulla vendita.

Vi sono normative specifiche per quanto riguarda le etichette del prodotto, le etichette della confezione, e l’imballaggio, quando si utilizza Amazon FBA?

Per quanto riguarda il trasporto, bisogna ovviamente fare in modo che i pacchi contenenti il prodotto abbiamo tutte le informazioni inerenti al prodotto stesso. Tutto questo nella maggior parte dei casi è comunque gestito dal fornitore in Cina (a patto di inviarli tutte le informazioni necessarie).

Per quanto riguarda le etichette, i codici a barre vanno acquistati da una piattaforma che si chiama GS1 che fornisce codici a barre EAN (validi in Europa) oppure UPC (per il mercato US). Sul prodotto andranno messi fisicamente i codici Amazon chiamati FSNKU.

Pensi che sia importante sviluppare il proprio brand quando si vende con Amazon?

Dipende molto dal tipo di business che una persona vuole fare. Se lo scopo è vendere e basta, quindi solamente quantità senza fare un logo oppure un brand, lo si può fare senza problemi.

Se invece si vuole creare una linea di prodotti e creare un proprio brand, allora andrà creato un logo ed un azienda che sarà facilmente associabile al prodotto che si vende.

Io ho iniziato senza un brand e devo dire che andava molto bene. Su Amazon i clienti che acquistano, lo fanno perché sono su Amazon. E’ molto difficile ed anche non ben visto da Amazon stessa, portare i clienti dalla piattaforma di Bezos al proprio sito internet.

In questo momento faccio un 50% e 50%, e devo dire che questa per me è la formula giusta.

Quanto pensi sia importante creare una “linea” di prodotti, anziché puntare su un solo prodotto, o su prodotti scorrelati?

Il mio parere, come detto in precedenza, è che puntare solo su una “linea” quindi per esempio prodotti per la casa, ti impedisce di vendere magari altri prodotti che in quel momento hanno un mercato molto interessante.

Oltre a questo, pochi clienti vanno a vedere la vetrina di un venditore e di conseguenza avere una linea di prodotti specifici alla fine non è così rilevante.

Se invece si punta su una linea e si vuole diventare il brand di riferimento per una categoria, allora ha sicuramente senso avere solo una famiglia di prodotti nel proprio Store Front.

Pensi che sia “saggio” puntare tutte le proprie carte su Amazon, o pensi invece che sia comunque importante creare e sviluppare anche il proprio e-commerce (magari con strumenti quali Shopify o WordPress)?

Io sono nato nel 1989 e sono stato molto fortunato perché ho vissuto l’era di internet praticamente dagli inizi. Credo che il sito internet è ormai obsoleto. Non fraintendetemi, è sicuramente importante avere un sito poiché è quello che i clienti utilizzeranno per cercarvi online, sarà il vostro biglietto da visita, però si sta abbassando notevolmente la percentuale di clienti che acquista dal sito piuttosto che su Amazon.

Io credo che sia giusto puntare su Amazon poiché è sicuramente sinonimo di Online Shopping e credo che oltre a questo, bisogna integrare i social network per portare traffico sul proprio prodotto su Amazon.

Il cliente non ci pensa 2 volte a cliccare su “acquista ora” quando lo fa su Amazon, sul sito è sicuramente differente. Purtroppo la presenza delle aziende sui social in Italia è ancora poco diffusa e credo che tutte queste aziende, stanno perdendo potenziali clienti ogni giorno.

Shopify può essere uno stream alternativo ad Amazon, ma essendo usato principalmente per il dropshipping, ha il neo delle tempistiche di consegna che con Amazon Prime sono imbattibili.

Diciamo che sto importando il mio prodotto dalla Cina, per poi rivenderlo su Amazon. Hai consigli particolari?

La cosa più importante è la pubblicità (campagna PPC) su Amazon. Ci sono talmente tanti prodotti e talmente tanti venditori che sarebbe impossibile pensare di mandare il prodotto ad Amazon per iniziare a vendere. Bisogna pubblicizzare, iniziare con le prime vendite organiche, salire di ranking (classifica) per poter arrivare nelle prime pagine. Senza pubblicità sarebbe un grande fallimento.

Come hai avuto l’idea di create il tuo canale Youtube, e di che tematiche tratti? Che video consigli a chi è agli inizi?

Ho pensato al canale perché all’epoca non c’erano figure di riferimento importanti a mio parere.

Mi sono detto “Sei un Trainer Apple, perchè non insegni anche tu?”. E così ho iniziato a caricare i primi video, approfondendo gli argomenti e mentre i miei iscritti crescevano, ho capito che potevo dire la mia in questo spazio, parlando di ciò che mi stava rendendo economicamente libero.

Le mie tematiche sono ovviamente inerenti al business di Amazon, inerenti al giusto mindset da avere per iniziare il business.

Per chi è agli inizi, consiglio di vedere i miei video sulla ricerca prodotto ed i miei video sul budget da avere a disposizione per iniziare a vendere su Amazon.

Puoi parlarci del tuo corso online “Amazon FBA Italia”?

Il corso è nato quasi per caso. La mia idea all’inizio era quella di non fare nessun corso. Dopo un paio di mesi, ricevevo per; decine di messaggi al giorno, da parte di persone che mi chiedevano di farne uno e così mi sono convinto. Devo dire che il corso mi sta dando tanto. Mi interfaccio settimanalmente con i miei studenti, ho modo di conoscerli bene (offrendo anche un supporto via mail) e mi da soddisfazione quando un mio studente mi scrive e mi dice che finalmente sta avendo i suoi primi guadagni.

Ho sempre evitato di fare slogan e pubblicità e sono felice di dire che lavoro solo con persone serie che hanno veramente voglia di cambiare la loro vita.

Ora vendo nel mercato Europeo e sono sicuro che nei prossimi mesi/anni, ci sarà un esplosione di Amazon simile a quella che c’è stata in America e tutti quelli che stanno iniziando adesso, avranno modo di diventare liberi (finanziariamente) grazie ad Amazon FBA, e grazie al duro lavoro che dedicano costantemente al loro nuovo business.

Cristian, grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza!

Come contattare Cristian e/o acquistare il suo corso

Puoi contattare Cristian tramite il suo sito web o il suo canale Youtube.

PS. Se sei interessato al suo corso, Amazon FBA Italia, puoi utilizzare il codice CINAIMPORTAZIONI (tutto in maiuscolo), che ti darà diritto al 20% di sconto.

  • Tags:

    No comments yet.

    Lascia un commento

    * Questa casella GDPR è richiesta

    *

    Accetto

    [i]
    [i]